Peeling


peeling

Procedura medico-estetica per la quale si utilizzano sostanze (prevalentemente acidi organici) al fine di ottenere un danno cutaneo controllato ed una stimolazione al RINNOVAMENTO CELLULARE epidermico (turnover cellulare).

La pratica del peeling rientra ormai tra i trattamenti più utilizzati dal medico-estetico per il trattamento dell’invecchiamento cutaneo.

TIPI DI PEELING:

Fin dall’antichità questa procedura era molto diffusa attraverso l’uso di sostanze di origine vegetale e minerale (zolfo, pomice, polveri di piante e fiori, ecc).

Il merito di una più ampia diffusione dei peelings va al dermatologo statunitense E. Van Scott che studiò le caratteristiche degli alfa–IDROSSIACIDI e le loro possibili applicazioni in numerose patologie dermatologiche ma soprattutto in:

  •  Fotoaging (danno cutaneo da sole e da luce)
  •  Macchie cutanee
  •  Acne sia attiva che cicatriziale

All’inizio, la sostanza inizialmente più utilizzata fu l’alfa-idrossiacido ACIDO GLICOLICO capace di penetrare nell’epidermide (per le piccole dimensioni della molecola) ma già negli anni ’90 si cominciò ad apprezzare ed elaborare una serie di PEELING COMBINATI sia unendo tra loro vari alfa-idrossiacidi sia assemblando ad uno o più alfa-idrossiacidi anche SOSTANZE ATTIVE quali antiossidanti, sostanze schiarenti e disinfettanti.